Un articolo su Focus di Febbraio 2016 “E il neurone compra”

  • Scritto da 

Una giornalista di Focus prova i test neurometrici con l’equipe di BrainSigns per vedere come oggi spot pubblicitari, marchi e prodotti sono studiati in funzione delle reazioni cerebrali

Sarà un esperimento facile o fastidioso? La giornalista è curiosa e decide di prestarsi come tester: “Mi indicano dove sedermi, tre computer appoggiati su un tavolo, … mi siedo davanti al monitor più grande. Uno degli sperimentatori mi spiega che mi metteranno addosso alcuni elettrodi. Mi hanno messo intorno alla fronte una bandana blu con degli elettrodi da cui saranno letti i segnali del mio cervello, due sensori sono sui miei polsi, per misurare il battito cardiaco e sull’indice per rilevare la sudorazione della mia pelle. Mi concentro sullo schermo nero che ho davanti; in basso c’è una barra scura e un piccolo schermo che inquadra i miei occhi, svelando dove il mio sguardo si fermerà più a lungo sulle immagini che vedrò.”

Nel suo racconto è quasi più intensa l’attenzione curiosa sulla preparazione che su quanto accade dopo, durante la visione di due brevi filmati uno spot di Giulietta Alfa Romeo del 2012 e un test di attenzione.

I ricercatori le hanno spiegato che i sensori consentono di studiare l’impatto istintivo di uno spot o di immagini, ad esempio di studiare i dettagli di un nuovo logo come ha fatto TelecomItalia con il nuovo Logo TIM.

Focus di Febbraio

Quello che si misura è un impatto molto importante. E’ lì infatti che, le spiega il prof. Babiloni, si formano in larga parte le nostre decisioni con un ruolo fondamentale delle emozioni. Se uno stimolo pubblicitario attiva l’emozione questa contribuisce a spingere all’acquisto e rende molto più forti i ricordi. Le persone se intervistate non sanno dire nulla di tutto questo.  E’ chiaro che tutto questo non è impossibile, si aprono nuove frontiere e grazie a tecniche come queste la pubblicità del futuro potrà tenere in conto sempre più il nostro cervello.

Patrizia

NeuroMarketing Researcher

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok